GIARDINI,  PORTFOLIO

MINIMAL GARDEN

 Un giardino ad angolo in mezzo ad altre proprietà. La necessità di avere privacy, di godere della scelta di aver creato una bella area dedicata al prato, all’idromassaggio, alla colazione.

Per avere libertà di movimenti i proprietari hanno deciso di minimizzare gli arbusti e di chiudere gli spazi vuoti con alte pannellature di legno. Lasciando un ampio spazio di erba nella zona posteriore e suddividendo le altre aree a diverse funzioni abitative hanno inserito una grande fascia di sassi e vasca di contenimento. 

L’aspetto  molto ordinato e pulito richiede un’illuminazione altrettanto dosata, molto importante  per gli esili arbusti. Ci siamo orientati senza alcun dubbio su faretti dal fusto in rame, adatti ad essere piegati in base alla richiesta di luce, e con il piccolo corpo quasi totalmente formato dalla luce led. L’effetto è ben visibile anche al crepuscolo.

Ai pannelli di legno, invece, abbiamo fissato in alto dei faretti che illuminano con luce decisa, ma non fastidiosa per chi si siede sulle modernissime poltroncine.  La vasca in corten, che racchiude un albero destinato a crescere, necessita di una luce potente dal basso, nascosta dai bordi e dal colore simile ai sassolini.

Sulle pareti della casa unifamiliare di recente costruzione abbiamo optato per fari bidirezionali (sopra e sotto) che risaltano le colonne in pietra a vista e ben si adattano alle rifiniture di legno scuro. Il tipo di impianto utilizzato in questo giardino è misto: dove è stato possibile abbiamo eseguito il tradizionale scavo per i cavi di collegamento.

Nelle zone a terra che potrebbero richiedere in futuro ampliamenti o cambio di apparecchi abbiamo utilizzato cavi e connettori PLUG&PLAY evitando di sporcare e modificare il tratto sassoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *